Testa

 Oggi è :  01/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

24/03/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

PASSEGGIATA SALVAVITA!

Clicca per Ingrandire Una passeggiata salva la vita a una... tartaruga marina, della specie “caretta-caretta”. E' successo a Calenella, marina di Vico del Gargano, nel pomeriggio di ieri, lunedi 23 marzo.

Dopo le mareggiate dei giorni scorsi, il giovane vichese Lazzaro Ferraraccio, mentre passeggiava tra la spiaggia e gli scogli di Calenella, ha subito notato un "qualcosa" che si muoveva tra le acque abbastanza calme della baia. In un primo momento nessun pensiero, solo la curiosità e l'obbligo di controllare. Poi lo stupore. Si trattava di una tartaruga marina, ferita ma viva. Era impigliata a una corda, forse un grossa maglia di rete da pesca, e aveva una zampa rotta tanto da non riuscire a nuotare anche dopo vari e ripetuti tentativi da parte del giovane. A quel punto Lazzaro, con grande sensibilità, tagliata la corda, non ha potuto che tentare il salvataggio alternativo.

Dotato di un fisico possente, il giovane, avvicinato il suo fuoristrada pick up al margine della spiaggia, è riuscito a sollevare la tartaruga e caricarla a bordo. Un peso di circa 70 chili!Doveva essere proprio un giorno fortunato per la "caretta-caretta". Giunto a Vico, il vichese ha subito telefonato ai Carabinieri che hanno predisposto un rifugio momentaneo all'interno dei locali sottostanti la caserma, in attesa che giungessero da Manfredonia gli specialisti del Centro recupero tartarughe insieme ai medici veterinari.
Dopo tanti ritrovamenti di animali spiaggiati giunti morti, finalmente una buona notizia.



SCHEDA “CARETTA-CARETTA” = Animali perfettamente adattati alla vita acquatica grazie alla forma allungata del corpo ricoperto da un robusto guscio e alla presenza di “zampe” trasformate in pinne. Alla nascita è lunga circa 5 cm. La lunghezza di un esemplare adulto è di 80-140 cm, con un peso variabile tra i 100 e i 160 kg. La testa è grande, dal rostro molto incurvato. Gli arti sono molto sviluppati, specie gli anteriori, e muniti di due unghie negli individui giovani che si riducono a una negli adulti. Ha un carapace di colore rosso marrone, striato di scuro nei giovani esemplari, e un piastrone giallastro, a forma di cuore, spesso con larghe macchie arancioni, dotato di due placche prefrontali e un becco corneo molto robusto. Lo scudo dorsale del carapace (il “guscio”; ndr) è dotato di cinque coppie di scudi costali. Lo scudo frontale singolo porta cinque placche. Ponte laterale fra carapace e piastrone con tre (di rado 4-7) scudi inframarginali a contatto sia con gli scudi marginali che con quelli del piastrone. Gli esemplari giovani spesso mostrano una carena dorsale dentellata che conferisce un aspetto di "dorso a sega". I maschi si distinguono dalle femmine per la lunga coda che si sviluppa col raggiungimento della maturità sessuale, intorno ai 13 anni. Anche le unghie degli arti anteriori nel maschio sono più sviluppate che nella femmina.

 fuoriporta.info

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 197

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.