Testa

 Oggi è :  01/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

10/03/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

DIFESA CONTRO LO STALKING

Clicca per Ingrandire L'ombra oscura della violenza fisica e sessuale non risparmia le donne pugliesi. Ma sono ancora poche quelle che denunciano i loro aggressori. Specie se l'aggressione si consuma nel “tranquillo” focolare domestico, tra le mura di casa, col proprio partner. E' quanto emerge da una nuova indagine realizzata dall'Istat (Istituto Nazionale di Statistica) che per la prima volta fotografa in maniera dettagliata il fenomeno della violenza fisica e sessuale contro le donne.

I dati che sono stati presentati tracciano un profilo inquietante su questo fenomeno che il più delle volte resta sommerso, anche se a pagarne le conseguenze non sono solo le donne, ma anche le bambine che rischiano di trascinarsi dietro cicatrici che le segneranno per tutta la vita. I dati snocciolati dall'Istat, relativi all'indagine sulla violenza e i maltrattamenti contro le donne condotta nel 2006, su un campione di 25mila donne - in Puglia 1.104 - comprese tra i 16 e 70 anni, confermano che la nostra regione non è esente da questi terribili casi.

In particolare, i dati pugliesi mostrano una situazione in cui solo il 10,8 percento delle donne denuncia la violenza del partner a fronte di un 89,2 che preferisce tacere. Mentre risulta ancora più difficile per le donne denunciare le violenze subite da uno sconosciuto o da un non partner: in questo caso, infatti, solo il 5,4 si rivolge alle forze dell'ordine per raccontare la propria storia, col restante 94,6 che opta per il silenzio. Inoltre, il 24,9 percento delle donne pugliesi intervistate dichiara di aver subito violenza fisica e sessuale nel corso della propria vita e il 5,3 dichiara di averla subita prima dei 16 anni.

Anche se il fenomeno è molto presente, il territorio regionale stenta a dare risposte concrete per far emergere i casi di sommerso e fornire garanzie di protezione nei confronti di chi è vittima di violenze o maltrattamenti. A livello nazionale, invece, i numeri sono destinati ad aumentare, a rendere ancora più evidente la presenza di questo malessere che si annida nelle case, per le strade, nei luoghi di lavoro. Ed è sempre il sommerso, la paura di denunciare il proprio aggressore ad alimentare la forza di chi commette questo tipo di reato.

In Italia, dunque, le donne che non denunciano le violenze subite sono circa il 96 percento nel caso delle violenze inferte da un non partner e il 93 nel caso delle violenze inferte dal partner. Secondo l'indagine Istat, quindi, il 21 percento delle vittime ha subito la violenza sia in famiglia che fuori, il 22,6 solo dal partner, il 56,4 solo da altri uomini non partner. Ma sono i partner responsabili della quota più elevata di tutte le forme di violenza fisica rilevate.

I partner sono responsabili in misura maggiore anche di alcuni tipi di violenza sessuale come lo stupro nonché i rapporti sessuali non desiderati, ma subiti per paura delle conseguenze. Il 69,7 percento degli stupri, infatti, è opera di partner, il 17,4 di un conoscente. Solo il 6,2 è stato opera di estranei. E intanto a Foggia parte un corso gratuito di autodifesa per le donne insegnando loro le tecniche necessarie per difendersi in caso di bisogno.

Dalle violenze domestiche a quelle per strada, le donne sono spesso vittime di abusi, soprusi e maltrattamenti. Per questo, “abbiamo deciso di mettere a disposizione di tante donne, in maniera gratuita, questo corso di autodifesa che rappresenta una novità assoluta nel panorama foggiano. Non solo per la qualità delle lezioni - spiega il presidente della terza Circoscrizione 'Puglie', Raffaele Toscano, - ma anche perché rappresenta un'opportunità di acquisire conoscenze utili a difendersi in ogni circostanza e a relazionarsi con più sicurezza con il mondo circostante”.

“Impara a difenderti”, corso gratutio di difesa personale riservato a donne, si svolgerà ogni martedì e sabato dalle 19 alle 20.30 nella palestra della scuola media 'Murialdo', in via Lavello. Per informazioni ci si può rivolgere alla Terza Circoscrizione (0881/792414-415 cel:3473358251).


 Osservatorio Foggia (foto: thevegaswindow.com)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 243

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.