Testa

 Oggi è :  22/02/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

28/02/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

OMAGGIO A UN GRANDE POETA

Clicca per Ingrandire La Società di Storia Patria per la Puglia, in collaborazione col Comune di Alberona , ha editato “La Puglia nella poesia di Michele Urrasio”(foto del titolo, la copertina; ndr). Il libro di Francesco D’Episcopo, docente dell’Università Federico II di Napoli, è il frutto della conferenza che il 15 marzo dello scorso anno fu organizzata dal Lions Club di Lucera per omaggiare il poeta Michele Urrasio.

Intellettuale, critico d’arte e ricercatore storico dalla inesauribile vena romantica, l’alberonese Michele Urrasio è stato capace di intraprendere un percorso che lo ha messo in evidenza come il degno erede della grande tradizione poetica pugliese. Alla sua collaborazione col Comune di Alberona si deve il successo del premio internazionale di poesia che, giunto alla sua quarta edizione, ha portato finora nel “paese della Bandiera Arancione” oltre 400 poeti provenienti da 20 nazioni del mondo.

Michele Urrasio prosegue con eguale successo l’opera di suoi illustri predecessori, i poeti alberonesi Giacomo Strizzi e Vincenzo D’Alterio. Il libro di Francesco D’Episcopo, che mette in evidenza le poesie più belle di Urrasio, è illustrato dai dipinti di Pietro Petti. Michele Urrasio è nato ad Alberona nel 1937. Vive e insegna nella vicina Lucera da molti anni, tanto da considerare questa splendida città come sua seconda “casa natale”. Dal 1965, ha pubblicato 14 opere dedicate alla poesia: tra queste, la più recente, intitolata “Il vento e la quiete”, è stata data alle stampe nel 2007.

Tra la sua produzione letteraria, vi sono saggi dedicati alla pittura, l’omaggio alla poetica di Giacomo Strizzi, l’analisi dell’opera di grandi scrittori pugliesi come Enrico Venditti e Pasquale Soccio. In collaborazione con Giuseppe De Matteis, ha curato la pubblicazione dell’Opera Omnia in dialetto alberonese di Michele Caruso intitolata “Pe’ l’occhie du’ penzére”.

 Uff. Stampa Comune Alberona

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1632

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.