Testa

 Oggi è :  20/06/2024

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

08/03/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

Delibera del commissario straordinario di San Giovanni Rotondo

Clicca per Ingrandire Una delibera adottata dal commissario straordinario di San Giovanni Rotondo, Michele di Bari, ha dato il via alla realizzazione di quattro targhe commemorative per fissare nel ricordo di tutti i devoti i luoghi che, seppure per poco tempo, hanno ospitato Padre Pio da Pietrelcina, dando seguito a una iniziativa già depositata presso gli uffici comunali. Le targhe verranno quindi apposte su alcune abitazioni scelte con cura e attenzione ma non con particolare difficoltà avendo privilegiato le più rappresentative, quelle che hanno accolto il Santo in occasioni legate a momenti diversi della sua vita.
Innanzitutto, e non poteva essere altrimenti, la prima targa sarà apposta sulla casa in via Cocle 22, che ha visto i natali di Cleonice Morcaldi, figlia spirituale di Padre Pio e figura preminente nella storia di San Giovanni Rotondo. La seconda sullo stabile dove è nata Rachelina Russo, detta “la bolognese”, ubicata nel centrale corso Umberto I (angolo via Colombo), procuratrice e affiliata all’or-dine cappuccino, oltre che componente del primo gruppo di preghiera. La terza ricorderà la visita di San Pio nella casa natia di Nicola Perrotti in via Cavour 59, dove venne accolto e rifocillato prima di rientrare in convento di ritorno da un viaggio a Napoli il 1917. La quarta, e ultima, sul muro della casa natia di Padre Arcangelo Perrotti (via Silvio Pellico, 7), nella quale il 14 aprile 1956 Padre Pio preparò al suo ultimo viaggio l’allievo prediletto.
La valenza culturale dell’iniziativa non si discute e va riconosciuto ad essa un lodevole spessore sociale oltre che religioso in quanto aggiunge un tassello inedito nella ricostruzione della storia della città e delle vicende legate alla vita del Santo anche in funzione del fatidico giorno che vedrà la ricognizione canonica delle sue spoglie nel mese di aprile. Preludio delle celebrazioni per il quarantennale della morte di Padre Pio e i novanta da quel lontano 1918 in cui ricevette le stigmate permanenti, riapparse dopo essere sparite 8 anni prima.

 Quotidiano "Puglia"

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 421

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.