Testa

 Oggi è :  23/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

03/03/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

Tra le ferite del fuoco la carovana dei girini 2008

Clicca per Ingrandire E anche l’assessore al Turismo di Peschici, Donato Di Milo, è finito su YouTube, non per qualche azione “provocatoria” dei suoi alunni ma per merito della viestana OndaRadio che l’ha intervistato. Tema della conversazione, il passaggio del prossimo Giro d’Italia dalle nostre parti.
Dopo solo due anni dall’ultima visita della carovana ciclistica più seguita, per la terza volta (la prima nel 2000) corridori, entourage, pubblicitari e duecento tra giornalisti italiani e stranieri, solcheranno le strade garganiche portando il colorato “circo delle due ruote” fra i pini d’Aleppo che non ci sono più e una terra bruciata dall’immane rogo del 24 luglio 2007.
Telecamere, allora, puntate sulle aree devastate dall’incendio? L’assessore assicura che non ci saranno visioni apocalittiche da riprendere e trasmettere. Ha già parlato col regista Balani e pare abbiano raggiunto un primo accordo. Il Giro infatti, arrivando a Peschici dalla litoranea Mattinata-Vieste, giocoforza attraverserà le zone più colpite e deturpate dalle fiamme: Baia S. Felice, Calalonga, S. Nicola, per ricordarne alcune.
Se l’obiettivo dell’assessore è quello di mostrare e dimostrare che il “territorio è vivo”, che non devono esserci remore da parte di chi intenda trascorrere le prossime vacanze sul Gargano, bisogna affidarsi alla sensibilità di un regista televisivo. Sì, va bene, e tutti gli altri che, video-telecamere alla mano faranno corona agli sforzi e ai sacrifici dei ciclisti, dove li mettiamo? Balani potrà anche rispettare l’accordo, ma le riprese dall’elicottero riusciranno a evitare lo sfregio del fuoco? Qui non si tratta di un orticello di pochi metri quadri andato in fumo, ma di un mantello vegetativo di svariati chilometri quadrati che non c’è più. Chissà, quindi, se aver “voluto” portare il Giro a Peschici si rivelerà un colpo geniale e non invece una mossa controproducente e autolesionistica. Lo sapremo il 15 maggio.

 Quotidiano "Puglia"

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 222

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.