Testa

 Oggi è :  23/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

17/03/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

Nasce, cresce e s"impone l"associazione “Rimboschiamo Peschici”

Clicca per Ingrandire L’idea nasce subito. Il 24 luglio la tragedia, in agosto già il primo fermento degli imprenditori più colpiti, in particolare locali. A novembre ’07 le fondamenta sono gettate e a gennaio la notizia ufficiale: l’Associazione “Rimboschia-mo Peschici” c’è! Spinti da amore per la loro terra e rabbia d’essersi visto bruciare sotto gli occhi un paesaggio che valorizzava i loro insediamenti turistici fino a mezzora prima, cinque giovani manager indigeni da subito si dannano l’anima per costituire una testa di ponte capace di superare le pastoie (nella fattispecie giustificate) della L. 353: divieto assoluto per 5 anni di ogni attività di rimboschimento e ingegneria ambientale con risorse finanziarie pubbliche.
Ma la scappatoia esiste: una postilla legislativa che permette interventi su espressa autorizzazione del ministro dell’Ambiente e li incita a fondare l’associazione con rogito notarile per il quale occorre spendere due parole: la professionista (di Vico) rinuncia al suo compenso devolvendolo al fondo cassa di “Rimboschiamo Peschici”. Un atto di altissima dignità professionale e sensibilità. Quindi individuano tre aree-pilota su cui piantare pini d’Aleppo con denaro privato e attendono le autorizzazioni. Ma altri non aspettano. Giungono le prime adesioni e la prima (piccola) delusione: il 50% degli iscritti non è peschiciano. Ma anche la prima (grande) conferma che l’iniziativa non è poi tanto peregrina: un gruppo di avvocati marchigiani - già propostisi - non si perde in chiacchiere e ribadisce la volontà di donare 1000 alberi (non li ha già inviati, come maldestramente riferito da alcuni organi di stampa), bruciando le tappe e mettendo gli Enti di fronte al fatto compiuto.
Per informazioni e adesioni basta chiamare il promotore dell’iniziativa, Stefano Biscotti, al 340-30.92.970 o allo 0884-96.28.84.

 Quotidiano "Puglia"

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 250

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.