Testa

 Oggi è :  16/02/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

24/01/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

LA LUNGA “HISTORIA” DI UNA STRUTTURA

Clicca per Ingrandire Il Deposito Cavalli Stalloni di Foggia, passato per Legge del 1977 alla Regione Puglia, iniziò a registrare con la nuova Amministrazione regionale un progressivo calo di attenzione nonostante gli utili e vitali servizi che ancora oggi l’istituzione ippica presta agli allevatori per la riproduzione degli animali. Il legislatore regionale non ha tenuto conto delle fibrillazioni di sviluppo del settore già in atto, considerando l’IRIIP Ente inutile e perdente. Da qui la trascuratezza fino a far mancare fondi per la normale manutenzione dell’intera prestigiosa struttura ippica.

Il sospetto che quella trascuratezza fosse voluta per un fine lucroso maturò quando la politica e i “poteri forti” s’inventarono lo sciagurato “Accordo di programma del 5.6.1996” escludendo accuratamente le uniche vittime di quel nefasto accordo, ovvero le Associazioni riconosciute e non riconosciute del settore (Unire, Aia, Apa, Fise, Ante e Centri ippici del territorio). Molte furono le manifestazioni di piazza con sit-in a cavallo davanti al Comune di Foggia e davanti al Palazzo della Provincia già alcuni mesi prima dell’Accordo.

Cominciò poi a girare la voce che esisteva una volontà politica sul trasferimento dell’Istituto Incremento Ippico di Foggia (IRIIP) e dei suoi 100 stalloni di pregio all’Ippodromo di Castelluccio dei Sauri, che nulla ha a che vedere con le funzioni vitali dell’Istituto. E’ come la pallanuoto e la pallacanestro: in comune c’è solo la palla!

Vi furono manifestazioni, riprese anche dalle Tv locali e da RaiTRE, ma non furono prese in considerazione dagli attori dell’accordo, ovvero dalla Regione Puglia del presidente Di Stasio, dalla Provincia di Foggia di Antonio Pellegrino (poi pentitosi riconoscendo l’errore), dal Comune di Foggia del perseverante sindaco Paolo Agostinacchio (AN), dall’ Università di Foggia del perseverante Rettore prof. Antonio Muscio e dal Comune di Castelluccio dei Sauri del sindaco Ortenzio Campanaro (anche lui pentitosi e che ha addirittura, con apposita delibera, revocato l’impegno di ospitare nel proprio suolo comunale la nuova struttura IRIIP facendo di fatto cadere l’Accordo in parola come da art.8 dello stesso).

La succeduta Amministrazione del governatore Raffaele Fitto fece di peggio con i suoi assessori al Demanio e all’Agricoltura, rispettivamente Roberto Ruocco e Antonio Marmo entrambi di AN. Questi appoggiarono e permisero il percorso arrogante dell’allora Rettore prof. Antonio Muscio. Si, proprio lui, quello che nel suo ultimo giorno da Rettore ha regalato a Foggia e alla Puglia una brutta immagine sulle tv nazionali e forse europee. L’Accordo di Programma prevedeva prima la costruzione della nuova struttura IRIIP, poi il trasferimento dei cavalli e solo dopo il resto. Il “resto” invece arrivò prima; come a dire “si è messo il carro davanti ai buoi”. Il Rettore Muscio, fuori da ogni logica e Legge, ha speso sulla struttura ippica regionale fondi del Governo centrale (MIUR) senza l’atto di consegna del complesso IRIIP. Non era certo difficile capire che i cavalli sarebbero rimasti nella propria sede storica di Via Caggese perché la nuova struttura ippica “ex-novo” al tempo programmata, era ancora e solo sulla carta.

Il Rettore Muscio, prima con l’ex sindaco Agostinacchio e continuando con i succitati assessori regionali Ruocco e Marmo, così in felice compagnia e senza alcun doveroso impedimento, potè fare quello che la legge non permetteva. Da qui la prepotente irruzione nell’Istituto Incremento Ippico foggiano per cacciare e negare il diritto alla salute a 100 fanciulli disabili che da tempo facevano ippoterapia nello storico e funzionale maneggio coperto “Gustavo Nannarone” (il miglior maneggio-coperto in muratura in Italia di proprietà pubblica).

Appena liberato il Nannarone da quella “fastidiosa” presenza… fu demolita la prestigiosa cavallerizza per costruire l’attuale ennesima Aula Magna che non giustifica, visto il deludente risultato sotto il profilo dell’utilizzazione se non anche della norma (priva di vestibolo e di salette di rappresentanza, con accesso diretto dall’esterno, con impianto di climatizzazione e servizi addossati o ricavati in corpi di fabbrica aggiuntivi alla meno peggio), l’incredibile spesa! Di fatto un esagerato spreco di danaro pubblico.

Non c’è dubbio che la goccia che fece traboccare il vaso, che fece arrabbiare chi ama (ora finalmente è tutta la città) quel meraviglioso luogo del cuore foggiano, fu l’offesa recata a quei fanciulli disabili e conseguente distruzione e cambio d’uso del maneggio-coperto “G.Nannarone”. Le organizzazioni pro-IRIIP a quel punto capirono che bisognava coinvolgere tutta la Città con una Petizione popolare. Seguì con passione e determinazione un lavoro di informazione “porta a porta” per far capire che l’IRIIP, acronimo indecifrabile e di cattiva fonetica, altro non era che lo storico Deposito Cavalli Stalloni di Foggia e quella “EX” di troppo (ex-Iriip) era una bufala! Oggi possiamo sostenere, senza essere smentiti, che “pro IRIIP” è l’ URLO di Foggia e della Puglia! Un urlo assordante generato da una Petizione (ancora in corso) sottoscritta da più di 10mila cittadini/elettori e che vanta un forte sostegno di oltre 30 associazioni tra le più rappresentative (CIA-Puglia, CARITAS diocesana, FAI, LIONS Club, SFIDA, ACI, LIPU, ARANEA, CICLOAMICI, ARCHEOCLUB ecc.).

Il Comune di Foggia poi arriva addirittura a trascurare illegittimamente il “Progetto pro IRIIP” (già da tempo on-line) anziché cavalcarlo e farlo suo. Un progetto unico nella sua completezza e nella sua fattibilità, presentato formalmente, nato dal basso, fortemente partecipato e sostenuto così come ci spiegano deve essere per far entrare nel programma “Area Vasta”. Come è possibile immaginarne la non approvazione? Incredibile!

Su questa questione o si ha paura o c’è qualcos’altro che non immaginiamo.

Franco Cuttano (Comitato pro-IRIIP)

Info: www.foggiaweb.it/cavallistalloni

 COMITATO PRO IRIIP

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 757

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.