Testa

 Oggi è :  18/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

18/01/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

EMERGENZA RIFIUTI: IL TEMPO STRINGE

Clicca per Ingrandire Da un giorno all’altro l’emergenza rifiuti potrebbe interessare anche il Gargano con la discarica di Vieste che ha i giorni contati per l’esaurimento. Il Comune di Vieste nell’ipotesi di procedere a un ampliamento del sito, un’iniziativa per cui la Regione Puglia prima indisponibile sembra ora mostrarsi più possibilista nel timore di finire in emergenza, ha dato incarico a due tecnici, l’ingegnere Cavaliere di Foggia e l’architetto Forte di Vieste, di realizzare un apposito studio di fattibilità.

Nel contempo, per avere dati definitivi e quindi una data certa sull’esaurimento del sito, è stata anche chiesta una perizia a un geometra per una rilevazione topografica delle quote di volumi residui nella discarica di Landa della Serpe. Si stima che, ai ritmi attuali di conferimento, un anno di autonomia necessita di una disponibilità di 35-40 mila metri cubi.

Per definire soluzioni tese al superamento della possibile fase emergenziale ma anche per individuare interventi per la programmazione ordinaria del ciclo dei rifiuti, lunedì 12 gennaio si sono riuniti a Foggia i sindaci dei Comuni ricadenti nell’Ambito Territoriale Ottimale ATO Fg/1, guidati come presidente dal primo cittadino di Vieste, Ersilia Nobile. L’incontro si è svolto presso gli uffici della Provincia alla presenza dell’assessore all’Ambiente di Palazzo Dogana, Stefano Pecorella, e per la Regione Puglia del dirigente del settore Ecologia, Antonello Antonicelli.

Primo argomento dibattuto è stato l’operatività dell’ATO, la cui costituzione formale è peraltro ancora viziata dalla mancata sottoscrizione dell’atto costitutivo da parte di quattro sindaci. Si è comunque deciso di procedere alla nomina del relativo consiglio di amministrazione, un adempimento per cui ci si è aggiornati a domani 19 gennaio.

Si è poi passati a valutare le condizioni della discarica di Vieste ormai prossima all’esaurimento. Una situazione per la quale secondo l’assessore provinciale occorrono interventi strutturali “collocati all’interno di una pianificazione strategica che permetta di superare l’emergenza ponendo le condizioni perché la gestione ordinaria sviluppi percorsi in grado di prevenire difficoltà e nuovi problemi”.

Nell’immediato, in attesa di poter procedere all’ampliamento del sito che, per ridurre gli ingombri dei conferimenti, andrebbe affiancato a un’attività di triturazione e preselezione spinta dei rifiuti, il Comune di Vieste ha proposto da subito un conferimento delocalizzato dei rifiuti da parte di quei Comuni che oggi afferiscono al sito viestano. Ovvero ogni Comune, anziché fare riferimento a Vieste, dovrebbe conferire in altre discariche limitrofe. Così per Vieste ci sarebbero ulteriori mesi di autonomia, un tempo utile anche a far partire i lavori di adeguamento.

Per la discarica di Vieste l’idea esposta dall’assessore Pecorella, condivisa tanto dalla Regione, è quella di realizzare mini-impianti di compostaggio (foto del titolo; ndr) ovvero per produrre compost (fertilizzante naturale) dal trattamento della cosiddetta frazione umida. Per realizzare tali impianti si godrebbe di finanziamenti della Regione Puglia, per siti a servizio di gruppi di Comuni dell’ATO, il tutto provvedendo però nel contempo a incrementare la raccolta differenziata attraverso il trasferimento da parte della Provincia di risorse economiche.

Varie, dunque, le ipotesi prospettate ma l’unica certezza resta l’incalzare del tempo.

 OndaRadio

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1179

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.