Testa

 Oggi è :  09/12/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

17/01/2009

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“CHI SA, PARLI!”

Clicca per Ingrandire “Chi sa, parli. Chi ha visto qualcosa o qualcuno, parli una volta per tutte. Vada dai carabinieri e dica quello che sa. Vogliamo conoscere la verità”.

Annamaria Ciavarrella, 30 anni, lancia l’ennesimo appello tramite la Gazzetta del Mezzogiorno per conoscere la sorte del fratello Alessandro, 17 anni, scomparso dalla mattina di domenica 11 gennaio da Montesantangelo. E lo fa rivolgendosi agli abitanti della cittadina garganica, agli amici del fratello, a quelli che hanno visto qualcosa e magari possono, con la loro testimonianza, aiutare le indagini condotte dai Carabinieri di Monte e Manfredonia.

Gli inquirenti stanno battendo ogni pista per acquisire tutti gli elementi utili e scoprire che fine abbia fatto Alessandro Ciavarrella, scomparso da una settimana. Sotto torchio gli amici del ragazzo, quelli con cui avrebbe dovuto incontrarsi la domenica mattina al Byron Cafè. “Ma tutti insieme mi dicono la stessa cosa: non lo vediamo da sabato sera, quando ci siamo lasciati, dandoci appuntamento al giorno dopo, a domenica” rivela Anna Maria Ciavarrella, la sorella, che quando si è messa alla ricerca di Alessandro, per prima cosa ha cercato proprio loro. “Ma tutti mi danno la stessa versione” afferma, niente affatto convinta però.

Fuga volontaria o altro? Sono i due interrogativi attorno ai quali ruotano le indagini. Indagini però rese difficoltose da un larvato muro di omertà. “E' impossibile che nessuno ha visto niente” si lamenta ancora Anna Maria, in preda all’angoscia. “Sono ormai passati sei giorni e la speranza di rivedere Alessandro scema sempre più”.

“Era abitudinario – aggiunge. - La sera, d’inverno, rincasava al massimo verso le 21.30, d’estate verso mezzanotte. Se faceva tardi perché doveva andare a mangiare una pizza con gli amici, avvisava sempre mia madre. Adesso perché non dà più notizie di sé?”. C'è tutta l’angoscia di una sorella dietro questo pressante interrogativo che ha sconvolto la città dell’Arcangelo.

Sulla pista della fuga volontaria le ultime novità non l’accreditano più di tanto. “Raggiungere mio padre in Germania (abita in un paesino nei pressi di Stoccarda; ndr)? Non ci credo più - spiega Anna Maria. - Abbiamo telefonato tutti i giorni a mio padre, anche ieri sera, ma di Alessandro finora nessuna traccia”. Anche la trasmissione televisiva di RaiTre “Chi l’ha visto?” si occuperà del ragazzo scomparso: lancerà un appello durante la puntata di lunedì 19 gennaio delle ore 21.

 Gazzetta del Mezzogiorno (17/01/2009)

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1135

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.