Testa

 Oggi è :  19/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

04/12/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

DIFENDIAMO IL “NOSTRO” OLIO

Clicca per Ingrandire Dal capogruppo “La Capitanata Prima di Tutto” e consigliere dell’Ente Provincia di Foggia, Rocco Ruo (foto 1 sotto; ndr), riceviamo e pubblichiamo un documento sulla attuale “crisi” del settore oleario.

1. Il calo significativo del prezzo dell’olio extravergine sta determinando una situazione ormai insostenibile per le Aziende Olivicole Garganiche e dell’intera Capitanata;
2. i prezzi assolutamente insufficienti per remunerare o semplicemente coprire i costi di raccolta e produzione stanno mettendo in ginocchio la nostra economia e di fatto ci troviamo al cospetto di una vera e propria speculazione, con inevitabili rischi di esasperazione e tensioni alimentate da una crisi economica già da tempo in atto;
3. all’uopo, è da evidenziare che gli agricoltori di Ischitella, Carpino e altre località del Gargano e dell’intera Provincia di Foggia sono scesi in piazza con iniziative di mobilitazioni a sostegno della crisi del comparto, con una veemenza e una determinazione mai viste prima;
4. il nostro Extra vergine di oliva, di qualità molto elevata, necessita un’adeguata tutela e maggiori controlli sul mercato da parte delle autorità preposte, per una sempre più chiara trasparenza sul commercio;
5. ulteriori controlli andrebbero fatti alle eccessive importazioni di Olio estero, non mancando di sottolineare che le multinazionali, le aziende spagnole e greche, e comunque i grandi importatori usano i nostri marchi per commercializzare il loro olio non di origine italiana, invadendo i nostri mercati con oli di dubbia qualità e provenienza;
6. diversi Consigli Comunali sono stati convocati in seduta straordinaria e urgente per discutere della crisi in atto e cercare di inoltrare proposte concrete al Governo Centrale in merito alle soluzioni da adottare per risolvere tale incresciosa situazione catastrofica per gli agricoltori e per l’economia delle famiglie italiane;
7. sono necessari, pertanto, atti concreti per evitare che, di fronte alla gravità della situazione innanzi descritta, si assista all’abbandono delle campagne da parte degli agricoltori e delle loro famiglie, e al triste ritorno a una emigrazione di massa delle stesse famiglie nelle regioni del Nord Italia e all’Estero;

Tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio Provinciale, nel manifestare la più ampia solidarietà a sostegno degli olivicoltori della Capitanata, impegna il presidente della Provincia, Antonio Pepe, a chiedere al Governo Centrale l’attivazione delle seguenti iniziative:
• liquidazione immediata del premio unico comunitario da parte dell’Agea;
• attivazione delle misure previste dalla legge 102/2004 sulle calamità naturali; per sostenere le imprese danneggiate dalla prolungata siccità della scorsa stagione estiva e di larga parte di quella autunnale, nonché l’attuazione di un provvedimento straordinario e urgente per il settore olivicolo e cerealicolo, che preveda la riduzione dei contributi previdenziali assistenziale e assicurativi, e lo slittamento delle scadenze fiscali e creditizie;
• aumento delle dotazioni previste dal Piano irriguo nazionale in favore della Puglia e in particolare per la Provincia di Foggia per allievare gli annosi problemi di approvvigionamento idrico;
• avvio di un’accurata e seria indagine dell’Antitrust volta a individuare le distorsioni del mercato;
• verifica da parte dell’Antitrust dell’andamento del mercato dei prezzi di produzione dei concimi, degli imballaggi, ecc., che hanno subìto in pochissimo tempo degli aumenti ingiustificati;
• applicazione del decreto del 9 ottobre 2007 in materia di indicazione obbligatoria della provenienza delle olive sull’etichetta di olio vergine ed extravergine di oliva, e realizzazione dei relativi controlli nelle diverse fasi della distribuzione;
• adozione di idonee misure finalizzate a monitorare i flussi di olio extravergine di oliva attraverso una comunicazione preventiva agli Organi di controllo in ordine a giacenze e movimentazioni nelle 24 ore;
• istituzione di un tavolo di confronto nazionale, regionale e provinciale con soggetti del mondo della distribuzione per individuare strategie condivise di rilancio del settore.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1597

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.