Testa

 Oggi è :  26/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

07/11/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ALLA 4.a PUNTATA LO CHEF “LASCIA”

Clicca per Ingrandire Quarto round fatale per Domenico Cilenti, lo chef peschiciano caduto sotto i colpi di forchettone dei rappresentanti culinari valdostani. Fatale per modo di dire poiché il Nostro è caduto in piedi: 45 percento di preferenze contro il 55 degli avversari. In piedi e con onore. I piatti presentati, come sempre i più “colorati” e ammiccanti, hanno come da consuetudine fondato la preparazione su prodotti del suo territorio: “strascinatelle”, funghi garganici, verdure locali e prodotti del mare (gamberetti), in un tripudio di formule magiche che li rendono appetibili e poco costosi.

Il tutto incorniciato in una fragranza di “pettole” da intingere nel mostocotto più tipico della nostra zona, fatto con fichi a lunga bollitura e pere, per chi voglia strafare. Pettole? Sì, pettole, che non vi diciamo cosa siano (se non avete assistito alla trasmissione televisiva) e quale prassi seguire per ottenerle da un mucchietto di farina perché vanno semplicemente gustate in loco. Potremmo anche darvene la ricetta ma il loro sapore non sarà mai uguale al sapore di quando le si mangiano nelle cucine peschiciane o nella Sagra che la nostra Associazione Culturale ha in mente di approntare, entrambe pronte ad accogliere anche il più esigente e raffinato dei gourmet.

Non ci resta che ringraziare il nostro cuoco per aver saputo cavalcare due aspetti fondamentali della sua arte: dimostrare quanto la creatività possa rendere in cucina e portare su palcoscenici di prestigio una cultura e un territorio che nessun turismo di massa sarà mai in grado di svelare. Brillante come sempre, col solito ausilio della presenza materna, non è stato una meteora del piccolo schermo, avendo durato ben quattro puntate della rubrica “Campanili d’Italia”, interna alla felice trasmissione “La Prova del Cuoco” di Antonella Clerici, tre delle quali da vittorioso emblema di una terra ricca di “intelligenze” a tutti i livelli, ancora poco scoperta sotto quest’ottica e portatrice di un gene che affonda le sue radici nel tempo.

Domani Cilenti sarà a Merano per la sua esibizione nell’ambito della 17.ma edizione della Fiera “International Wine Festival”, l’evento enogastronomico più esclusivo d’Italia e vero punto di riferimento per operatori e appassionati della Mitteleuropa, noto a tutte le Aziende e agli appassionati del settore. Un altro, l’ennesimo, scenario in cui il nostro chef continuerà a proporre quell’arte che non gli viene da stolida improvvisazione ma da una ricerca continua e approfondita di ciascuno degli elementi fondanti della “culinaria”.

Grazie di tutto, Domenico, e come sempre fatti valere, fatti rispettare e fai conoscere a tutto il mondo l’immagine di una terra che ti ha dato i natali e senti tua fin nel profondo dell’anima. A presto, anche nel tuo ristorante peschiciano “Porta di Basso”, a patto che mi presenti il conto al termine della pantagruelica “mangiata”!

Piero Giannini

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 851

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.