Testa

 Oggi è :  20/04/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

25/10/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

TUTTI AL FIANCO DI SAVIANO

Clicca per Ingrandire “San Nicandro legge Gomorra” e avverrà il, a partire dalle 18, nell'auditorium di Palazzo Fioritto. Organizzatrice della manifestazione, l'Amministrazione comunale da trenta mesi guidata dall'avvocato Costantino Squeo, per l’esattezza da quel 12 giugno 2006 allorquando venne eletto con il 60,5 percento dei voti.

“Vorrei vedervi tutti il 31 - scrive il sindaco, invitando cittadinanza, mass media e quanti vorranno partecipare a un evento che già si preannuncia autentico happening culturale, ma anche politico, non in senso partitico, ma di ‘polis’ greca, che prevedeva l'attiva partecipazione degli abitanti liberi alla vita politica. - Le ragioni sono tante. Quelle più vere, come sempre, sono quelle non dette".

Dunque, anche a San Nicandro, come in altre parti d'Italia, sarà letto in pubblico il “viaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra” dello scrittore Roberto Saviano, viaggio che si è poi tradotto in un opera letteraria, intitolata appunto“Gomorra”. Sarà interessante osservare l'adesione della gente comune della cittadina garganica al reading del 31 prossimo. Ma non solo di Sannicandro, anche del Gargano. E non solo di Sannicandro e del Gargano, ma di un'intera provincia che non può sentirsi totalmente estranea a logiche ed eventi del tipo di quelli denunciati nel libro di Saviano.

L’OPINIONE DEL SINDACO

“A me piacerebbe che le voci non fossero né istituzionali né istituzionalizzate. Mi piacerebbe sentirle tutte: quelle dei giovani e degli anziani, quelle di chi crede e di chi non crede. Le voci di quanti sono impegnati in politica e quelle di chi condivide nell'impegno associativo una parte importante della loro vita. Mi piacerebbe anche ci fossero le voci che di solito rimangono in silenzio: quelle dei ‘drop out’, ma anche quelle dei professionisti silenti, la classe media invisibile e impalpabile. L'iniziativa di venerdì 31 ottobre l'ho pensata e fortissimamente voluta perchè la ritengo importante. Non è originale, lo so. Altri Comuni, con circoli e associazioni in prima linea, hanno già dato un loro contributo. E mi chiedevo proprio questo: perchè mai a Sannicandro non dobbiamo fare nulla? Cosa mai potrebbe giustificare il nostro silenzio? Gomorra è la periferia dell'inferno, la regola della sopraffazione e della violenza. La negazione sistematica di ogni forma di diritto, l'anticostituzione per eccellenza. Ci siamo dentro fino al collo.

“La voce di Roberto Saviano rappresenta, oggi, qui e ora, l'articolo 21 della nostra Carta Costituzionale. E' carne viva. Viene da lontano. Da Marzabotto, Sant'Anna di Stazzema. Chiudergli la bocca vuol dire uccidere quello che resta del nostro Stato di diritto. La sfida è assolutamente chiara. I casalesi, versione attuale dei corleonesi, l’hanno capito da un pezzo. Roberto Maroni da pochi giorni. E' importante lo stesso. Cerchiamo di esserci venerdì 31 ottobre (inizio alle 18) nell'auditorium di Palazzo Fioritto. Per Roberto Saviano. Per San Nicandro Garganico. Per l'Italia.”

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 172

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.