Testa

 Oggi è :  04/06/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

24/10/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“ABBATTETE L”ECOMOSTRO”

Clicca per Ingrandire Giorno delle soddisfazioni per il Wwf dauno e per quanti hanno a cuore ambiente e natura, garganica in particolare. Il Tribunale di Lucera ha infatti emesso nella giornata di ieri sentenza di condanna nei confronti dei responsabili della realizzazione dell’ecomostro di Rodi Garganico, costruito peraltro in piena zona franosa.

Si tratta, dicono al Wwf, di “un edificio edificato a grezzo dalla società Roccamare nel versante nord del paese (nella foto; ndr), in zona ad alto valore paesaggistico e panoramico, a meno di 50 metri dal mare, già sottoposto nel 2002 a sequestro giudiziario preventivo”.

Pesanti le condanne inflitte: al progettista, l’ingegnere Fernando Inglese, ex assessore all'Urbanistica del Comune garganico, ne è stata comminata una di quattro anni di reclusione con interdizione dai pubblici uffici per 5 anni e dalla professione per la stessa durata della pena. Tre anni di reclusione, invece, all'amministratore della società realizzatrice dell'opera abusiva e al proprietario del suolo. Disposto dal Tribunale anche il risarcimento del danno a favore delle parti civili e il pagamento delle spese.

Tuttavia, l'aspetto più rilevante circa la salvaguardia ambientale è la confisca, decisa e ordinata dal Tribunale, del manufatto da finalizzare alla demolizione da effettuarsi ad opera della Pubblica Amministrazione. Oltre ai danni di altra natura rivendicati dai privati, c’è da puntualizzare che fin dal 2003 il WWF era stato ammesso a costituirsi parte civile per il danno conseguente al grave impatto paesaggistico della costruzione.

Oltre a essere un ulteriore grave schiaffo all’ambiente e al paesaggio, la costruzione rappresenta un pericolo per la pubblica incolumità. Sorge, infatti, in zona sottoposta a vincolo idrogeologico e paesaggistico, perimetrata nel Programma di Fabbricazione di Rodi come "Zona Franosa I". La zona è stata in passato interessata da rilevanti movimenti franosi che hanno determinato lo sgombero di numerosi edifici e l’Autorità di Bacino della Puglia, col Piano per l’Assetto Idrogeologico del 2004, ha compreso la zona nell’area classificata a “pericolosità di frana” molto elevata e a “rischio frana” molto elevato.

Per il WWF la prossima tappa è la piena attuazione della sentenza con la demolizione della costruzione e il ripristino dello stato dei luoghi. Un’opportunità straordinaria per liberare Rodi da questo pericoloso ecomostro, nella convinzione che l’unico strumento che si dimostra efficace contro il cemento selvaggio è proprio quello degli abbattimenti.

L’abbattimento della Roccamare costituirebbe nel Gargano un’importante novità. Sarebbe un severo avvertimento contro il “fai da te urbanistico”, dettato esclusivamente da interessi privati che, utilizzando false rappresentazioni grafiche, ruotando allineamenti e spostando limiti, ottiene la concessione edilizia semplicemente spostando dove non danno fastidio la rappresentazione sui documenti progettuali di zone franose o con altri vincoli.

A questo proposito, osserva il WWF Foggia, è desolante constatare che le montagne scese giù a cancellare i paesi non hanno insegnato nulla. I vincoli, anche quelli di una zona franosa, non rappresentano uno strumento di tutela per il cittadino e per il territorio, ma sono visti come un’inutile e pesante palla al piede della quale liberarsi a ogni costo anche, come nel caso della costruzione “Roccamare”, facendola figurare all’interno dell’area edificabile solo perché sono stati alterati i dati significativi che ne individuano la posizione.

 Econews Wwf + Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 31

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.