Testa

 Oggi è :  20/09/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

17/10/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

COMUNITA MONTANA: “DIMISSIONARIO… MA SCHERZIAMO? IL PRESIDENTE SEI TU!”

Clicca per Ingrandire Il Ministero dell’Interno è intervenuto per dirimere lo stato di confusione che negli ultimi tempi regnava nella Comunità Montana del Gargano in ordine alla individuazione dell’attuale presidente dell’Ente. E’ sempre lui, Nicola Pinto, che pur essendosi dimesso lo scorso marzo, tuttavia non è mai stato nel frattempo sostituito dall’assise comunitaria, per cui è sempre rimasto in carica in applicazione della legge regionale sulle Comunità Montane e del relativo Statuto che prevede: il presidente dimissionario resta in carica sino alla nomina del proprio successore.

Posta pertanto la parola fine alla diatriba insorta negli ultimi mesi tra lo stesso Pinto e il vicepresidente Luigi Vergura che, insieme al segretario generale Ugo Galli e ad altri componenti dell’esecutivo (Giuseppe Columpsi, Emanuele Leggieri e Domenico Esposito) non intendevano più riconoscere Nicola Pinto quale effettivo presidente dell’ente comunitario.

Proprio a seguito della fitta corrispondenza intercorsa durante la scorsa estate tra lo stesso Pinto e gli altri componenti dell’esecutivo, spalleggiati dal segretario generale, è stato chiamato a intervenire sulla questione il Prefetto di Foggia, che a sua volta ha posto uno specifico quesito al Ministero dell’Interno proprio al fine di chiarire chi fosse il presidente dell’ente. Finalmente è giunto l’atteso responso del Ministero che ha fugato qualsiasi dubbio, chiarendo che è sempre Pinto il presidente.

Soddisfazione è stata espressa dall’avvocato amministrativista Domenico Fasanella, che ha assistito Nicola Pinto in questa controversa fase. “Siamo sempre stati convinti - ha commentato - che non vi fossero dubbi sul mantenimento della carica di presidente della Comunità Montana in capo a Nicola Pinto, pur a seguito delle dimissioni rassegnate da quest’ultimo lo scorso marzo. Davvero singolare è parso l’atteggiamento tenuto sulla vicenda dal segretario generale e dagli altri componenti dell’esecutivo - ha aggiunto il legale - che non hanno inteso riconoscere il loro legittimo presidente, rimasto sempre in carica sino a oggi nonostante le dimissioni, fatta eccezione per il periodo in cui è stato ristretto agli arresti domiciliari per le note vicende giudiziarie che lo hanno visto coinvolto lo scorso inverno”.

La questione riveste non poca importanza eliminando ogni confusione sul punto, anche se, continua l’avv. Fasanella, “a partire dallo scorso primo ottobre la Comunità Montana del Gargano deve ritenersi ormai soppressa per effetto della mancata adozione della nuova legge regionale di riordino delle comunità montane, ai sensi dell’art. 2, comma 20, dell’ultima legge finanziaria, per cui si dovrà ora attendere la nomina del commissario liquidatore da parte della Regione che provvederà a adottare gli atti di definitivo scioglimento dell’ente”.

Lo stesso discorso, naturalmente, vale anche per l’assessore alla cultura della Comunità Montana, Giuseppe Maratea, anch’egli dimessosi lo scorso marzo insieme con Pinto e mai sostituito nel frattempo, e dunque rimasto ancora in carica. “Anche Maratea, pertanto - conferma Fasanella, -potrà riprendere il suo posto nell’assise comunitaria”.

Appena appresa la notizia, Nicola Pinto ha temporaneamente delegato il vice presidente Luigi Vergura al compimento degli atti di programmazione e controllo, riservandosi ulteriori determinazioni.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2509

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.