Testa

 Oggi è :  20/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

12/10/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

MONTI DAUNI: E CHI LI FERMA PIU!

Clicca per Ingrandire Una mostra itinerante di presepi, inserita in un vero e proprio concorso finalizzato a valorizzare l’immenso patrimonio di una parte importantissima del territorio della provincia di Foggia. E’ quanto organizzato dagli Assessorati provinciali al Turismo e alla Cultura in collaborazione coi Comuni e le Pro Loco dell’Appennino Dauno.

Gli scopi della mostra-concorso “Natale in casa Daunia”, alla sua prima edizione, sono ovviamente quelli della riscoperta e della promozione di usi e costumi del folclore e della tradizione etnografica locale, lo sviluppo dell’identità culturale di parte della provincia, la valorizzazione di luoghi poco conosciuti del nostro Appennino, l’animazione nel periodo invernale delle festività natalizie nell’Appennino Dauno e la creazione di un percorso turistico itinerante attraverso le varie località ospitanti l’iniziativa.

Il concorso, la cui partecipazione è gratuita, è aperto a singoli soggetti privati, associazioni e fondazioni, scuole ed enti, aziende e artigiani, parrocchie, previa intesa col Comune o la Pro Loco di appartenenza. I Comuni e le Pro Loco possono candidare in concorso un solo presepio per Comune, fatta salva la possibilità di comunicare l’esistenza di altre opere che pur restando fuori concorso faranno comunque parte integrante dell’iniziativa e saranno riportati nella comunicazione pubblicitaria.

Allo stesso modo, i Comuni possono segnalare fuori concorso altre iniziative di carattere natalizio, come sacre rappresentazioni, presepi viventi. Le schede di adesione, complete delle indicazioni precise del luogo ove è collocata l’opera e della sua accurata descrizione, dovranno pervenire all’Ufficio Coordinamento della Mostra-Concorso istituito in seno all’Assessorato al Turismo della Provincia di Foggia entro il 30 ottobre.

L’inaugurazione della mostra-concorso avrà luogo venerdì 5 dicembre nel Salone Regio di Palazzo Dogana alla presenza delle autorità locali e con la partecipazione di illustri relatori. La mostra-concorso sarà visitabile fino al 17 gennaio 2009, giorno di Sant’Antonio Abate. La premiazione finale avrà luogo nel Comune dove sarà collocata l’opera vincitrice del primo premio-rimborso spese.

Le opere in concorso saranno valutate da una Commissione Giudicatrice composta da cinque elementi (3 esperti presepisti e 2 rappresentanti degli Enti promotori) che vaglierà a insindacabile giudizio la valenza artistica e tecnica delle opere presepiali, oltre alla loro specifica attinenza all’ambientazione territoriale. La giuria degli esperti sarà affiancata da una Giuria Popolare, composta da tutti i visitatori della Mostra-Presepio, che esprimerà il proprio giudizio partecipando a un apposito sondaggio indetto dal sito istituzionale della Provincia di Foggia.

La Commissione Giudicatrice, valutato debitamente il giudizio popolare, premierà le tre opere più meritevoli, con l’assegnazione dei seguenti premi-rimborso spese: • Primo Premio: Euro 1.500,00 • Secondo Premio: Euro 1.000,00 • Terzo Premio: Euro 500,00 A tutti i partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione. Altre informazioni per partecipare al concorso sono contenute nel bando che, assieme alla modulistica per l’iscrizione, è consultabile e scaricabile al seguente link: www.provincia.foggia.it/concorsi_long.php?long=63


 Uff. Stampa Provincia di Foggia

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 3348

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.