Testa

 Oggi è :  19/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

02/10/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“MIMMO… RISPONDI!” Contatto diretto sindaco-peschiciani

Clicca per Ingrandire Un paio di giorni di ritardo e il sindaco di Peschici, Domenico Vecera, inaugura con le prime risposte la rubrica “Mimmo… rispondi!”. Ringraziandolo per la disponibilità recuperiamo, per comodità di lettura e maggior comprensione, la prima lettera a lui indirizzata seguita dalla risposta. Subito dopo la seconda, in attesa che altre fiocchino numerose, anche come ringraziamento a una promessa (la sua) mantenuta. Infatti, l’apertura della sua mail si sofferma proprio su questo aspetto. Eccola: “Caro direttore come promesso ti comunico la mia disponibilità a rispondere alla rubrica di cui all'oggetto. Per correttezza non risponderò a utenti anonimi". E questo, per noi, è un punto fermo. Lo abbiamo anche dichiarato nel post del primo settembre “AVVISO AGLI UTENTI” (“Lettere anonime non saranno mai pubblicate su questo sito…”) che invitiamo tutti a rileggere. E ora, prima lettera datata 21/08/2008 - di cui non citiamo i dati sensibili per ragioni di privacy - e prima risposta.

“Vorrei porre un quesito al Nuovo Sindaco: è possibile che non solo non si riesce più a passare sulla strada laterale alla Villa Comunale in quanto c'è un ristorante, ma diamine adesso ci dobbiamo pure sedere con i tavoli che vengono messi addirittura nella Villa Comunale? Non pensa che questo sia troppo? Perchè si permette di poter fare tutto e nessuno dice niente? Hanno per caso paura? E i Vigili Urbani, sono orbi? Addirittura la sera di ferragosto la strada laterale alla Villa è stata chiusa con i tavoli, quindi o si faceva il giro o non si passava. Cordiali saluti. G.M."

RISPOSTA = “Devo ammettere che la situazione prospettata dall'utente (occupazione di un'area della villa comunale) non può essere accettata. Condivido anche lo sfogo dell'Utente circa l'inoperatività delle forze dell'ordine. Mi impegnerò affinché tale situazione cessi, sia per l'occupazione dell'area in villa comunale, sia per le altre occupazioni abusive all'interno del paese (es: fioriere) che certamente non fanno onore a un Paese Turistico com'è il nostro (o come vorrebbe diventarlo).”

Il 2 settembre ci scrive il sig. Matteo. “Egregio Direttore, visto che il sig. Sindaco risponderà presto alle osservazioni dei cittadini, vorrei, se mi permette, fargli una domanda. Noi, come lei (sindaco; ndr) saprà, facciamo la raccolta differenziata. Voci di popolo dicono che è tutto un lavoro inutile perché, a quanto pare, l'immondizia viene portata TUTTA alla discarica di Vieste e quindi il lavoro che noi facciamo va perso. Domanda: è vera questa voce di popolo? Inoltre, visto che ai cittadini è stato dato l'onere di fare questa differenziata e visto che dove la fanno i cittadini pagano di meno... altra domanda: perchè noi abbiamo pagato la nettezza urbana il 20 percento in più del normale? Se possibile, attendo risposta. Cordiali saluti.”

RISPOSTA = “Per quello che ci è dato sapere, la differenziata all'interno dell'abitato viene effettuata (abbiamo le ricevute dei centri di raccolta). La raccolta differenziata, all'esterno del paese, purtroppo, non funziona. E' intenzione dell'Amministrazione comunale di sollecitare l'azienda concessionaria del servizio a fare quanto possibile per potenziare tale sistema di raccolta che, a mio avviso, rappresenta il grado di civiltà di una comunità oltre al rispetto dell'ambiente che spesso viene dimenticato.”

Seguono saluti e ringraziamento agli utenti intervenuti. Per quanto ci compete, facciamo notare al sindaco che non ha esaudito la seconda parte della domanda (“… perchè noi abbiamo pagato la nettezza urbana il 20 percento in più del normale?”). Anche se la risposta apparirebbe contenuta in quanto scritto da Mimmo Vecera, un maggior chiarimento non guasterebbe. E ora, signore e signori peschiciani, rinnoviamo l’invito provocatoriamente scherzoso: vogliamo che il signor sindaco se ne resti in panciolle a rigirarsi i pollici? Mettetelo un po’ sotto pressione e scrivetegli numerosi… almeno avrà qualcosa da fare e stimolerete noi a creargli uno spazio riservato su questo sito. Vi attendiamo.

Admin

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

-- 05/10/2008 -- 00:03:47 -- Fiorenzo

Mi sembra un Film fantastico e poi in quella di Peschici, una realta´che vivo invece in Austria dove risiedo da circa 15 anni. Il dialogo con il sindaco e´reale. Se questo perdura dovro´in futuro complimentarmi, con la redazione per l´idea e con Mimmo il BUONO (cosi´lo ricordo da bambino) per il coraggio. Auguri sinceri. Fiore.

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1553

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.