Testa

 Oggi è :  14/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

17/09/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

QUANDO NON SI PARLA AL VENTO…

Clicca per Ingrandire “Anomalie” lamentate dai passeggeri nelle prenotazioni della compagnia aerea Myair sono l'oggetto di un'interrogazione urgente del capogruppo di Rifondazione Comunista in Consiglio regionale, Arcangelo Sannicandro, all'assessore ai trasporti Mario Loizzo, per verificare se i comportamenti del vettore non rappresentino una violazione alla disciplina che autorizza il trasporto aereo in Puglia.

“Alcuni cittadini - osserva Sannicandro - ci hanno segnalato anomalie ricorrenti nella gestione delle prenotazioni dei voli della compagnia low-cost Myair. In particolare sembra che con una certa frequenza vengano cancellati arbitrariamente alcuni voli, per assegnare unilateralmente voli 'alternativi' ai malcapitati che, al momento di fissare l'andata e ritorno per una località turistica o di lavoro, hanno ovviamente programmato il viaggio con tanto di prenotazioni alberghiere e richiesta di ferie. Ultimo caso - riporta il capogruppo di Prc - quello di un volo, prenotato e pagato da Parigi a Bari per il prossimo 27 ottobre, misteriosamente e immotivatamente cancellato sin d'ora e sostituito unilateralmente con un volo del giorno prima, 26 ottobre!

“Da una semplice ricerca via internet di informazioni al riguardo, ci si è imbattuti - puntualizza Sannicandro - in una serie infinita di forum di discussione dai quali emerge con una certa preoccupazione uno scenario di totale mancanza di rispetto dei diritti dei viaggiatori. Sembra che i voli prenotabili (via internet, tramite call-center o direttamente presso le agenzie) non siano effettivamente reali, bensì 'specchietti per le allodole', sostituiti poi sistematicamente da voli 'di comodo' per la compagnia...certo non per i viaggiatori!

“A poco sembrano essere serviti i ricorsi alla Magistratura - aggiunge - considerato che i rimborsi previsti dal Regolamento CE n. 261 del 2004 spesso restano sulla carta o comunque vengono effettuati con ritardi di svariati mesi, a fronte del pagamento immediato che invece si effettua al momento della prenotazione. A nulla sembra sia servito anche fare ricorso, forse in maniera meno ortodossa, alla denuncia mediatica, visto che anche in occasione di una recente trasmissione Rai 'Mi manda Raitre', la Myair, in totale spregio dei diritti dei cittadini, non intese neanche presentarsi a esporre le proprie ragioni. Non è sufficiente, anzi suona un po' come beffa che Myair pensi di risolvere tutto pagando le penali alla Seap o all'Enac, in quanto i soldi sono in definitiva dei viaggiatori...o aspiranti tali...

“Per tutte queste ragioni - conclude - stamattina ho inoltrato una interrogazione urgente all'assessore ai trasporti Mario Loizzo per sapere se i comportamenti della Myair siano rispondenti alle norme che consentono alle compagnie aeree di essere autorizzate al trasporto aereo in Puglia. I pugliesi non meritano di essere trattati come pedine di uno scacchiere misterioso di affari privati”.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 546

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.