Testa

 Oggi è :  12/11/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

15/09/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

ALIBI IN VISTA!

Clicca per Ingrandire Intanto che altri si divertono a sbandierare il vessillo delle prossime partenze della MyAir dal “Gino Lisa” di Foggia, sventolando a manetta piano di voli e orari di partenze-arrivo, noi preferiamo spigolare su terreni… minati. Nel sito del nuovo (ultimo?) vettore sbarcato sul Tavoliere abbiamo trovato quanto segue. Leggete, meditate e poi diteci - almeno - cosa ne pensate.

“Venezia, autobus aeroportuale urta aereo myair.com: danni ingenti. MyAir scrive all’Enac: è la sesta volta in 7 mesi…

“Questa notte all’aeroporto di Venezia Tessera un autobus della società di handling GH Venezia (la quale al Tessera non è fornitore di myair.com per i servizi aeroportuali) che opera all’interno dello scalo, mentre faceva manovra ha urtato con violenza un aereo myair.com, un nuovissimo Bombardier CRJ900, che era fermo e parcheggiato sul piazzale, senza passeggeri a bordo, provocando danni ingenti alla parte frontale del velivolo.

“E’ la sesta volta in sette mesi che un aereo MyAir viene gravemente danneggiato all’interno di scali aeroportuali. L’ultimo episodio, prima di quello di stanotte, è accaduto un mese fa: sul volo Venezia-Cagliari gli addetti aeroportuali non hanno fissato i bagagli in stiva. Durante il volo, il carico si è mosso e all’atterraggio ha bloccato l’apertura del portellone di scarico. A Cagliari è stato dunque necessario forzare il portellone al fine di scaricare, fra i bagagli, una sedia a rotelle necessaria per un passeggero diversamente abile.

“La parte dell’aereo danneggiata ieri notte (il musetto frontale) non è un componente tradizionalmente soggetto ad usura, pertanto risulta estremamente complesso il reperimento del pezzo di ricambio. E’ probabile che debba essere ordinato direttamente presso la fabbrica, in Canada, e la fornitura richiederà quindi del tempo e, di conseguenza, vi saranno ritardi, più o meno pesanti, a catena, sui voli programmati. MyAir sta cercando un aereo sostitutivo da introdurre in flotta in attesa che siano completate le riparazioni del Bombardier.

“Il Bombardier CRJ900 è uscito dalla fabbrica circa un anno fa. Aereo nuovissimo, quindi, e i danni sia diretti che indiretti supereranno il milione di euro. Questa fila di danneggiamenti hanno provocato e provocano non solo enormi danni economici, ma soprattutto disagi perché impongono il fermo dell’aereo per il reperimento e la sostituzione delle parti danneggiate. MyAir è preoccupata per questi episodi i quali dimostrano una crescente incuria e una crescente negligenza da parte di alcuni operatori aeroportuali. Sono episodi gravi anche perché provocano una catena di disservizi: di fronte ai passeggeri sono infatti le compagnie aeree a dover rispondere, per colpe e responsabilità che invece risiedono altrove. Una disattenzione o un errore rischiano di bloccare l’attività di una industria e produrre disagi a centinaia, se non migliaia di persone.

“Per questo MyAir segnalerà nuovamente ad Enac l’urgenza e la necessità di interventi sugli operatori aeroportuali affinché tali episodi non si ripetano più. Enac ha saggiamente introdotto l’obbligo per i gestori aeroportuali di dotarsi di apposite coperture assicurative, ma va segnalato che i gestori hanno stipulato polizze che prevedono la copertura solo dei danni diretti e non di quelli indiretti e collaterali, che restano a carico delle compagnie aeree (per responsabilità non proprie): e fra questi ci sono costosi noleggi di aeromobili sostitutivi, sistemazioni alberghiere, riprotezioni su altre compagnie, trasferimenti di superficie, pasti, oltre alle compensazioni pecuniarie obbligatorie per i passeggeri, senza considerare la giusta rabbia degli stessi.”

Fin qui il comunicato della compagnia (lo trovate a questo link: http://www.myair.com/docs/cust/it/press/20080915.shtml). Le domande che ne conseguono nascono tutte in maniera “spontanea”, ma sono di una tale irruenza che non riusciamo a sollevarne neanche una! Un suggerimento, però, non siamo in grado di frenare: prepariamoci a un altro… alibi.

ADMIN

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1998

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.