Testa

 Oggi è :  25/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“BASTA COI DATI FASULLI”

Clicca per Ingrandire “La crisi nel settore del turismo c'è e il nostro compito deve essere quello di non mascherare i dati reali”. È il monito di Eliseo Zanasi, presidente della Camera di Commercio di Foggia, rivolto alle aziende di promozione turistica, invitate a diffondere dati realistici sugli afflussi dei vacanzieri in Puglia.

Anche sul Gargano, come nel Salento, la stagione estiva quasi al capolinea non ha fatto registrare un vero e proprio boom di presenze. Eppure il monitoraggio fatto dall'Apt di Foggia mette in evidenza una crescita del turismo, almeno per quanto riguarda il periodo pre-estivo, da marzo a maggio. “Abbiamo il tutto esaurito fino al 25 agosto, con un lieve calo invece per giugno e luglio - ha detto Nicola Vascello, commissario dell'Apt di Foggia. - Stiamo raccogliendo le informazioni che una cinquantina di strutture sul Gargano ci daranno nei prossimi giorni, ma nei tre mesi precedenti il ferragosto abbiamo riscontrato un aumento di presenze turistiche”.

Proprio su questo incremento di vacanzieri, Zanasi invita alla cautela, esprimendo forti dubbi in merito. “Il turismo in tutta la provincia foggiana è in flessione - dichiara il presidente della Camera di Commercio - e la responsabilità non è dei roghi dell'anno scorso, bensì della mancanza di una campagna di marketing adatta a rilanciare il settore del turismo non solo sul Gargano, ma in ogni provincia pugliese”.

Secondo Zanasi manca una strategia economica che guardi a modelli come l'Emilia Romagna per attirare cifre consistenti di turisti in tutto il territorio regionale. “Non c'è una professionalità di base - continua il numero uno di Camera di Commercio e Confindustria - che possa farci sfruttare le potenzialità paesaggistiche. Ci preoccupiamo di sciorinare numeri, anziché creare una filiera del turismo in Puglia che garantisca ai visitatori anche gli spostamenti dal Gargano al Salento”.

Sulla necessità di analizzare in modo obiettivo lo stato attuale del turismo pugliese, senza isolare soltanto gli aspetti critici, si è espresso Giuseppe Chiarelli, direttore di Confcommercio Puglia. “Buona norma sarebbe evidenziare anche le belle notizie, quelle di soddisfazione che raccogliamo dai visitatori che scelgono la nostra regione per trascorrere le proprie vacanze – ha dichiarato. - Credo sia sbagliato esprimere giudizi o trarre conclusioni su fenomeni che possono essere occasionali e non rappresentare la realtà”. L'offerta turistico-balneare pugliese, secondo Confcommercio, continuerà a garantire elevati livelli di qualità sia ambientali sia professionali a vantaggio degli ospiti.

Sulla stessa linea si pone l'intervento di Antonio Capacchione, vice presidente regionale di Sib-Confcommercio Puglia. “Le decine di segnalazioni circa inefficienze riscontrate su alcune spiagge pubbliche non possono certamente offuscare le centinaia di migliaia di turisti che hanno scelto la Puglia per trascorrere le loro vacanze - ha confermato Capacchione. - Il senso di responsabilità e il principio di obiettività devono indurre tutti a non enfatizzare le poche ombre rispetto a un settore, il turistico-balneare pugliese, che si sta efficacemente impegnando nella difficile competizione nazionale e internazionale, soprattutto in questo momento particolarmente delicato di crisi dei consumi”.

 Redazione

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1241

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.