Testa

 Oggi è :  17/02/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  L'ARTICOLO

20/08/2008

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

“GARGANO VILLAGE”: NON RESTA CHE RIPETERSI E SUPERARSI

Clicca per Ingrandire Cala il sipario sul "Gargano Village-Mercato-spettacolo del Biologico e del Tipico" che ha tenuto banco in questi ultimi otto giorni per le strade del centro storico di Vico del Gargano (nella foto un bel quadro di Martella; ndr). Non solo stand per le stradine e i vicoli del suggestivo centro storico vichese, ma anche musical, mostre e talk show hanno caratterizzato la settimana di eventi organizzata dal Comune di Vico del Gargano per far conoscere le eccellenze del biologico e dell'artigianato locale.

Molti gli stranieri in vacanza sul Gargano che hanno avuto modo di apprezzare le giornate specifiche dedicate ai presìdi Slow Food del Gargano e ai prodotti tipici Doc, Dop e Igt (Agrumi dell'Oasi, Caciocavallo Podolico, Fave di Carpino, Carne di vacca podolica del Gargano, capra garganica e paposcia di Vico). Soddisfatte anche le aziende partecipanti, circa 30, appartenenti a 4 diversi consorzi (Biogargano, Il Tavoliere, Gargano Agrumi, Carni del Gargano), unite nel nome della tutela del patrimonio ambientale del Gargano, fonte di vera ricchezza per il futuro dell'economia locale.

“All'inizio non è stato facile realizzare questo momento d’incontro - ha spiegato l'assessore all'Agricoltura e all'Ambiente Roberto Budrago - ma il positivo riscontro ottenuto ci ha convinto ulteriormente a perseguire l'obiettivo comune che è quello di far convivere i due aspetti fondamentali di questo territorio, agricoltura e turismo, nel rispetto e nella salvaguardia dell'ambiente”.

“A Vico del Gargano abbiamo un tasso di autenticità da conservare e tramandare - ha dichiarato il primo cittadino Luigi Damiani - sul quale dobbiamo puntare per differenziare l'offerta turistica estiva, troppo spesso omologata a stereotipi che non ci appartengono. Gargano Village è una felice sperimentazione in questo senso».

Grande successo anche per la mostra fotografica sugli ulivi secolari del naturalista Gino Bredice allestita presso il Trappeto Maratea e per gli itinerari turistici alternativi che hanno fatto conoscere ai visitatori chiese rurali, agrumeti e vere e proprie terrazze sul mare: piccoli tesori nascosti che attendono la giusta rivalutazione e ricollocazione all'interno delle tradizionali rotte turistiche.

Il premio "Olio e Agrumi del Gargano", giunto anch'esso alla seconda edizione, è stato assegnato a Ferdinando Cicolella per aver contribuito sensibilmente a riportare il cinema sul Gargano, al pittore Matteo Fiorentino, alle associazioni "Giacche Verdi", "Io Sono Garganico", "Ricevimenti d'Autore". Un premio speciale è andato all'assessore regionale alle Risorse Agroalimentari Enzo Russo per la sezione "Garganico nel cuore".

Marzia Campagna

 TELERADIOERRE

 

Dimensione carattere normale  Ingrandisci dimensione carattere  Ingrandisci dimensione carattere

Segnala

 

 
 

  Commenti dei Lettori:

 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 7508

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.