Testa

 Oggi è :  25/08/2019

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  ULTIME DAL PALAZZO....  DI PUNTO DI STELLA

 

13/10/2011

TICKET: MALE A SGR, BENE A CARLANTINO

 Nota dall’Ufficio del sindaco di San Giovanni Rotondo.

“Forti disagi alla sede Asl di Piazza Europa di San Giovanni Rotondo, dove sono presenti gli uffici amministrativi che si occupano di filtrare le prestazioni sanitarie erogate dal servizio sanitario regionale. Lunghe file, sin dalle prime ore del mattino, e numerose le proteste, a volte anche impetuose, che si stanno verificando da parte degli utenti che intendono accedere alle esenzioni del ticket cui hanno diritto per patologie o reddito.
La causa del disservizio è da individuare nella impossibilità di far fronte in tempi ragionevoli alla mole di norme che la Regione Puglia sta emanando tramite circolari. Il personale in servizio, già normalmente sotto organico, nonostante la grande dedizione al lavoro degli addetti, non riesce ad autoformarsi per ottemperare al dettato regionale, anche perché tali norme spesso danno adito a diverse interpretazioni e generano confusione in chi deve applicarle.

Se a questo si aggiunge l'aumentato afflusso da parte degli utenti, in fila per il rinnovo delle esenzioni per i ticket sui farmaci, diagnostica strumentale e visite specialistiche, è facile comprendere come la situazione sia al collasso. La palazzina che ospita l'ufficio esenzioni è fatiscente e, cosa ancora più grave, l'ufficio esenzioni è situato al primo piano dello stabile. Non è difficile quindi immaginare quali possano essere le difficoltà di accesso per i diversamente abili e per gli anziani in mancanza di ascensori. L'iter da percorrere per vedersi riconoscere l'esenzione è davvero irrazionale e non fa altro che far pesare la burocrazia su ammalati, bisognosi, pensionati e diversabili, che comunque sono costretti a seguirlo in quanto per queste categorie sarebbe impossibile fare fronte alla spesa per accedere alle prestazioni senza esenzione.

Un folto gruppo di cittadini si è recato nei giorni scorsi a Palazzo di Città per esporre le proprie lamentele al sindaco Luigi Pompilio il quale ha assicurato il proprio interessamento per risolvere l'annosa vicenda. “E' mio dovere tutelare i più bisognosi - esordisce il primo cittadino - e assicuro tutto il mio impegno per portare ai vertici della Asl e del competente Assessorato regionale queste lamentele, che riguardano semplici cittadini, ma anche persone in difficoltà economiche e diversamente abili. E' impensabile - conclude - che al giorno d'oggi, quando la parola chiave semplificazione la fa da padrona, almeno a livello di Stato centrale, i cittadini debbano fare i conti con le file agli sportelli. Chiederò alle autorità competenti di vagliare opportunamente ogni possibile soluzione atta a far cessare quanto prima e comunque in tempi certi il disagio che si sta verificando”


CARLANTINO – I cittadini di Carlatino, in questi giorni e fino alla fine della settimana, potranno presentare la domanda di esenzione dal ticket sanitario senza spostarsi fino a Lucera. La Direzione Asl della città federiciana, infatti, ha messo a disposizione del piccolo comune dei Monti Dauni propri funzionari per espletare le relative pratiche. “Si tratta di un’iniziativa di particolare sensibilità nei confronti della nostra cittadinanza – dichiara Dino D’Amelio, sindaco di Carlantino – La maggior parte delle persone che presenta domanda di esenzione è composta da anziani e il servizio offerto dalla Asl, indubbiamente, allevia il disagio di dover compiere molti chilometri in auto o in pullman per raggiungere Lucera. Voglio ringraziare il Giuseppe Pica, direttore del distretto sanitario di Lucera, e i funzionari che stanno svolgendo questo prezioso servizio”, conclude il primo cittadino.

A Carlantino ci sono molte persone anziane che spesso non sono in condizione di muoversi autonomamente dalla propria abitazione. I principali problemi di Carlantino in campo sanitario sono fondamentalmente due: la necessità di medici specialisti che prestino servizio in paese per ampliare l’offerta di prevenzione, diagnosi e cura e il mancato completamento dei lavori di ristrutturazione del poliambulatorio, già avviati da qualche anno ma ancora in corso con gravi disagi per gli operatori ospitati dalla struttura. Il dottore di guardia medica e i suoi pazienti durante il periodo autunnale e invernale sono al freddo perché non è garantito il servizio di riscaldamento. Non solo, l’ambulatorio non è dotato né di un computer né di un fax per effettuare le prenotazioni di visite o prestazioni o per conoscere i risultati degli esami.


 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 1086

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.