Testa

 Oggi è :  27/01/2020

Benvenuto  nel Giornale

CERCA GLI ARTICOLI :

  

Testo scorrevole
Sx

  LETTERA AL GIORNALE ......

 

26/01/2011

LETTERA APERTA AL SINDACO

 Sig. Sindaco,
premesso che la scrivente associazione ha già segnalato a lei e all’opinione pubblica il diffuso malcostume e progressivo abuso che si fa del suolo pubblico comunale;
considerato che poco o nulla è stato fatto dagli organi preposti al controllo del territorio;
Le chiediamo di intensificare l’azione amministrativa e sollecitare chi è pagato con i soldi dei contribuenti affinché tuteli non le categorie dei furbi e dei prepotenti, ma tutti, facendo liberare i marciapiedi, le strade, gli spazi verdi e tutto quanto rientra nelle competenze pubbliche del Comune di San Severo.

I motivi che ci spingono da tempo a considerare questa una battaglia di civiltà li riassumiamo brevemente:
- è giusto, per esempio, sottoporre a rischio per la propria incolumità studenti, insegnanti che per raggiungere il Liceo Scientifico o l’Itc devono camminare sulla strada carreggiabile, poiché il marciapiede è inagibile?
- è opportuno che un disabile trovi i marciapiedi occupati in modo permanente da motocicli e auto in vendita, gazebo, tavolini, sedie e quant’altro?
- è lecito che alcuni cittadini debbano occupare con arroganza e in modo pressoché permanente spazi riservati ai disabili con suppellettili varie?
- è razionale che la cartellonistica e la segnaletica pubblica e privata debbano diventare ulteriore barriera architettonica?

Ormai molti esercizi commerciali: bar, pizzerie, fruttivendoli, hanno più superficie occupata all’esterno (cioè dei cittadini) che non nei propri negozi. Come mai è consentito tutto ciò? Come si concilia la primaria esigenza di tutelare l’igiene pubblica, con l’esposizione di merce di largo consumo (per esempio frutta, verdura e altro) nelle pubbliche strade, a ridosso di incroci densamente trafficati, che impedisce la normale circolazione pedonale?

Le nostre non sono generiche indicazioni, ciò che Le stiamo riassumendo è ampiamente documentato e dimostrabile, e proseguirà in modo incalzante. Non è nostra intenzione penalizzare alcuno né criminalizzare categorie, semmai tutelarle e rendere la nostra Città (?) più civile, decorosa ed equa. La legalità si afferma anche partendo dalle piccole cose. Anche per questi motivi noi non siamo stati molto d’accordo sulle promozioni dirigenziali: non vediamo risultati! Vediamo invece che ogni giorno questo strano fenomeno si allarga a macchia d’olio senza che si opponga un freno e senza rispetto dei cittadini e del bene pubblico che diventa terra di conquista (vedi via Togliatti).

In definitiva, sig. Sindaco, Le chiediamo di rendere credibili le sue affermazioni rese in campagna elettorale e in più occasioni sull’impegno per la legalità e per tutelare tutti i cittadini, senza guardare in faccia nessuno. Non basta emettere ordinanze se nessuno le fa rispettare. Noi vorremmo ancora sperare in un’altra Città. (AltraCittà San Severo)



 
Dx
 

ACCESSO AREA UTENTI

 

 Username

Password

 

Area Privata

Logout >>

 

     IL SONDAGGIO

 
 

VIDEO DELLA SETTIMANA

ESTATE E SANITA

 

STATISTICHE .....

Utenti on line: 2127

 
 
Inferiore

powered by Elia Tavaglione

Copyright © 2008 new PUNTO DI STELLA Registrazione Tribunale n. 137 del 27/11/2008.

Tutti i diritti riservati.